#312.5

Quando tutto è perduto, tutto è possibile.

Condividi

“Quando tutto è perduto, tutto è possibile”

(Robert Inman)

 

Quando il presente non ci appaga ed il futuro lo si percepisce incerto,

quando la vita nel suo totale divenire ci sembra confusa e difficile da

sostenere, ci si aggrappa a ciò che si possiede. In una realtà cristallizzata e

senza tempo. In un timore rigido e quasi nevrotico di pensare che nulla potrà

più cambiare oramai. Conservare sembra più lecito che lasciare andare.

Respingere più degno che accettare. Essere infelici più appagante che

vivere.

 

Condividi