#199.5

Tu resti.

Condividi

dimentica che la luce sia fioca, guarda i

nostri corpi. contorni sfocati che siamo

noi, mentre le cose più cupe diventano

leggere. senza cedere alla tentazione di

fare spazio, di fare luce, tu resti.

per vivere il tuo sogno con me. senza

pudore. senza paura. nella certezza che

l’incertezza ci regalerà ancora un domani.

 

Condividi