#165.1

Una riflessione.

Condividi

Una riflessione chiara, trasparente, lucida di chi sono.

Mi aggredisce sorprendendomi un illogico pensiero.

L’esistenza non segue un predeterminato calendario.

Quel tempo dipende, invece, da quanto dolore riesco

a sopportare.

Dalla capacità di sorridere nonostante il susseguirsi

di eventi.

La vita è un sorriso giovane, una foresta rigogliosa.

Un mare impetuoso di passione, una terra riarsa

di solitudine.

E’ una rosa che torna sempre a sbocciare a primavera.

Un’idea che, sublimando i miei orizzonti, ti riporta

da me.

La vita finisce prima che giunga la sera, quando

la lingua diventa muta.

Quando il sentimento è appagato.

Quando l’ultimo respiro è dato.

 

Condividi