#160.1

Diverso e familiare.

Condividi

poi arrivi tu e più nulla ha lo stesso sapore.

intingi la tua vita nella mia, specchiandoti nelle mie percezioni.

 

tutto quello che vivo intensamente ma che trattengo per pudore.

perché quando ci sei tu, navigo a vista.

sgomento, nell’angoscia di perdermi in Te.

nei tuoi occhi.

nel tuo sorriso.

temo di non ritrovare la strada.

di essere in balìa di quello che di diverso e di familiare c’è.

 

Condividi